Nazione di residenza del conducente
CL
Età conducente

Inserisci i dati anagrafici del conducente principale affinchè possa essere calcolato un corretto importo assicurativo

ritiro
Attenzione, nessun punto di ritiro attivo nel comune indicato.

Di seguito elenchiamo una lista di comuni limitrofi, che presentano un centro noleggio:

Purtroppo non ci sono punti affiliati nell'arco di 0 chilometri dalla città indicata.

    Noleggio auto in Arica y Parinacota

    Situata a 3753 metri, confinante con Perù, Bolivia, con la "Regione di Tarapacá" e affacciata sull'Oceano Pacifico, la Regione di "Arica y Parinacota" è tra le più settentrionali del Cile ed è stata istituita solo di recente, nel 2007.

    Arica, la città dell'eterna primavera

    città di Arica Fondata nel lontano 1537, fino al 1880, Arica ha fatto parte del Perù, divenendo di appartenenza cilena solo nel 1929. Importante sede vescovile e caratterizzata da un porto ben trafficato, Arica è conosciuta con il nomignolo di città dell'eterna primavera.

    Benché l'appellativo suoni dolce e melodioso, esso non è da riconnettere a grandi spazi verdi, ad aiuole fiorite circondate da ruscelli e laghetti, bensì sottolinea quanto il clima sia arido. Ciò, però, non toglie assolutamente fascino a una città ricca di luoghi da scoprire.

    Per visitare la città e le sue immediate vicinanze, basta atterrare all’Aeroporto Internazionale Chacalluta. Come per la maggior parte delle città cilene, anche per Arica il cuore pulsante è rappresentata dalla piazza. "Plaza Colon", infatti, circondata da palazzi coloniali, è ricca di spazi verdi, fontane, aiuole fiorite e viali alberati tra cui camminare, magari sorseggiando una bibita fresca acquistata presso i chioschetti e i localini disseminati lungo il suo perimetro.

    Attraversando "Calle 21 de Mayo" e il "Paseo Bolognesi", si arriva al simbolo di Arica, la Catedral de San Marcos. Divenuta "monumento nazionale", la chiesa riempie Plaza Colon con la sua curiosa architettura. La struttura metallica, infatti, è stata realizzata interamente nello studio parigino di "Gustave Eiffel" e, solo successivamente, assemblata punto per punto ad Arica.

    Questo piccolo gioiello architettonico in stile gotico, inoltre, al suo interno custodisce un altare monumentale, vetrate colorate per convogliare la luce e illuminare l'ambiente e una preziosissima immagine del Cristo, ascrivibile al XII secolo.

    Ma il genio di Eiffel non si esaurisce solo nella realizzazione della Cattedrale. Ben visibile la sua mano anche nell'ex "Edificio de la Aduana", il palazzo della dogana, trasformato oggi nella "Casa de la Cultura". La sua resistente struttura portante, infatti, è riuscita a restare in piedi nonostante un maremoto che mise in ginocchio l'intera città.

     Da non perdere il "Parque Aduana", conosciuto anche come "Estacion de Ferrocarril Arica La Paz". Situato proprio di fronte la "Casa della Cultura", il parco ospita un'antica locomotiva di stampo tedesco, impiegata per collegare Arica a La Paz, in Bolivia. Camminare tra le vecchie locomotive a vapore e ammirare la stazione ferroviaria, trasportano il turista in un'epoca diversa, intensa e suggestiva.

    Tra parchi nazionali e spiagge

    arica beach La bellezza di Arica non si esaurisce solo nelle sue attrazioni più rappresentative. C'è ancora un mondo da scoprire. Tra i vari luoghi da esplorare, spicca "El Morro de Arica". Questa collinetta rocciosa posta di fronte all'Oceano, ospita il "Museo Hystorico y de Armas", la statua del Cristo, e offre un impareggiabile punto di osservazione panoramica sull'intera città.

    Se per rilassarsi in riva al mare, non esistono luoghi migliori di "El Laucho Beach" e "Playa Chinchorro", per immergersi nella natura più selvaggia, il "Parque Nacional Lauca", offre una vista mozzafiato sulle vette innevate dei vulcani Parinacota, Pomerape, Acotango e sulle acq

    Hai bisogno di aiuto?