Nazione di residenza del conducente
IT
Età conducente

Inserisci i dati anagrafici del conducente principale affinchè possa essere calcolato un corretto importo assicurativo

ritiro
Codice convenzione:
Attenzione, nessun punto di ritiro attivo nel comune indicato.

Di seguito elenchiamo una lista di comuni limitrofi, che presentano un centro noleggio:

Purtroppo non ci sono punti affiliati nell'arco di 0 chilometri dalla città indicata.

      06/06/2014 - 

    San Firmino, la festa delle feste spagnole

    Noleggio auto Pamplona - Festa di San FirminoTra poco inizia l’estate e con essa le feste più popolari della tradizione spagnola. Tra le più famose, la Festa di San Fermino a Pamplona. Lo scrittore Ernest Hemingway fu il più illustre personaggio a scrivere della festa nella sua celebre opera intitolata “Fiesta”.

    È possibile raggiungere la capitale di Navarra atterrando all’aeroporto di Pamplona. A chi, invece, sceglie di atterrare all’aeroporto di Bilbao, Tinoleggio offre la possibilità di noleggiare un’auto per arrivare a Pamplona comodamente (in meno di 2 ore di viaggio) e vivere una delle migliori e più intense feste spagnole (e non solo).

    Le giornate di festa a San Fermín iniziano il 6 luglio e fino al 14 luglio la città si colora di rosso e bianco. Tutti, infatti, si vestono con maglietta e pantaloni bianchi e portano un fazzoletto rosso legato al collo.

    L'inizio dei festeggiamenti è dato dal "chupinazo", un razzo che viene lanciato dal balcone del Comune il 6 luglio a mezzogiorno. Da questo momento tutte le strade di Pamplona diventano una festa, dove la gioia e il divertimento riempiono ogni angolo della città.

    Alle 8 dal mattino del giorno successivo, si aprono le porte del “Corral de Santo Domingo” per dare inizio all’“encierro”. I tori si lanciano in corsa per 850 metri fino a raggiungere la “plaza de toros” - rincorrendo le persone più temerarie - in poco meno di 3 minuti.

    Pur essendo una gara estremamente pericolosa (i partecipanti, infatti, possono arrivare finanche a perdere la vita), ogni anno sono sempre di più turisti i turisti che si recano a Pamplona per vivere un’esperienza intensa e inimitabile.

    Questi “Encierros” si ripetono ogni giorno alle 8:00 dal mattino dal 7 luglio fino al 14 luglio. Cinque minuti prima del’inizio, i partecipanti pregano San Fermin, il patrono, con canti attraverso i quali supplicano che l’”encierro” si concluda nel migliore dei modi.

    Ma la Festa di San Fermin non è solo “Encierros”: durante questi giorni, infatti, sono innumerevoli le attività che si tengono in città. I più piccoli, ad esempio, possono dedicarsi ad appositi giochi al mattino, assistere a sfilate di giganti e personaggi dalle “grandi teste” oppure divertirsi grazie agli spettacoli di strada che si tengono pressoché ovunque lungo la città vecchia.

    Non c'è nemmeno un istante per tirare il fiato: festival, concerti, spettacoli di danza, spettacoli pirotecnici e “corridas de toros”.

    Il divertimento è per tutte le età e per tutti gusti: non avete scuse, dunque, prima o poi bisogna visitare Pamplona durante i festeggiamenti di San Fermin.

    II 14 luglio a mezzanotte, i pamplonesi e i turisti si riuniscono con candele accese nella piazza dove hanno dato inizio alla festa per salutare i Sanfermines cantando la celebre “Pobre de mi” (“Povero di me”).

    Organizza il tuo viaggio per tempo, visita Pamplona e goditi le sue splendide feste. Tinoleggio, San Fermín, Pamplona e i pamplonesi vi attendono!

    Grazie per esserti iscritto!
    Hai bisogno di aiuto?