Nazione di residenza del conducente
GR
Età conducente

Inserisci i dati anagrafici del conducente principale affinchè possa essere calcolato un corretto importo assicurativo

ritiro
Attenzione, nessun punto di ritiro attivo nel comune indicato.

Di seguito elenchiamo una lista di comuni limitrofi, che presentano un centro noleggio:

Purtroppo non ci sono punti affiliati nell'arco di 0 chilometri dalla città indicata.

    Noleggio auto Aeroporto Giannina

    noleggio auto aeroporto GianninaL’aeroporto di Ioannina (Giannina) è uno scalo interno servito da compagnie locali, l’Olympic Airlines e l’ Aegean Airlines, che effettuano voli regolari da e per Atene.

    L’ aeroporto è particolarmente comodo per spostarsi velocemente in una regione della Grecia, l’Epiro, particolarmente ricca di bellezze storiche e naturalistiche.

    Sono presenti una sola pista e un terminal presso il quale si trovano alcuni servizi base per i passeggeri. In particolare sarà possibile noleggiare un’auto, dopo averla prenotata su Tinoleggio

    La città di Giannina, infatti, si trova a soli 5 chilometri dallo scalo ed è raggiungibile in pochi minuti, percorrendo facilmente la Leof. Grammou E92-EO6. 

    Una città sospesa tra Oriente ed Occidente

    Città di GianninaPasseggiando tra le strade di Giannina, è forte l’impressione di trovarsi in una città del Medio Oriente: infatti, cinque secoli di dominazione ottomana hanno lasciato un segno indelebile nell’arte e nelle tradizioni di questi luoghi. 

    In particolare, si possono scorgere dei monumenti che sono ancora testimonianze del periodo in cui Giannina fu sotto il potere del malvagio tiranno Alì Pascià, che governò la regione fino al 1788, come la Vecchia Sinagoga (1790) e la Moschea di Aslan Pascià, che oggi ospita il Museo di Arte Popolare.

    All’interno della Cittadella si potranno visitare un palazzo moderno, dove si trova il Museo Bizantino e la Moschea Fethiye, davanti alla quale si dovrebbe trovare la tomba di Alì Pascià. 

    Giannina è ricca di locali dove trascorrere piacevole serate. Soprattutto le tipiche taverne permettono di conoscere le abitudini alimentari di questo popolo, ricche di gustose ricette.

    Infine, si consiglia di raggiungere, per mezzo di uno dei traghetti che partono dal lago della città, l’isola di Nissi. Sull’isola è possibile ammirare il Museo di Alì Pascià, che custodisce una serie di reperti a lui appartenuti e dove sono visibili i buchi dei proiettili che lo uccisero. L’isola, inoltre, offre molti punti panoramici dai quali si possono ammirare i Monti del Pindo.

    Hai bisogno di aiuto?