Nazione di residenza del conducente
IT
Età conducente

Inserisci i dati anagrafici del conducente principale affinchè possa essere calcolato un corretto importo assicurativo

ritiro
Attenzione, nessun punto di ritiro attivo nel comune indicato.

Di seguito elenchiamo una lista di comuni limitrofi, che presentano un centro noleggio:

Purtroppo non ci sono punti affiliati nell'arco di 0 chilometri dalla città indicata.

      21/03/2016 - 

    Il Castello di Miramare a Trieste

    TriesteTrieste è una bellissima città che da secoli funge da ponte tra l'Europa Occidentale e quella Orientale.

    Il capoluogo del Friuli Venezia Giulia vanta un porto che è uno dei più importanti d'Italia, in passato principale punto di commercio dell'Impero Asburgico.

    Per una comoda visita della città è possibile noleggiare un'auto presso l'Aeroporto Ronchi dei Legionari, dopo aver prenotato il veicolo su TiNoleggio.

    Il passato Asburgico di Trieste rivive nel Castello di Miramare

    Castello Miramare di TriesteNella frazione Miramare sorge il castello edificato per volere di Massimiliano d'Asburgo Lorena.

    L'edificio, risalente al 1860 e perfettamente conservato, rappresenta l'attrazione principale della città. Collocato in magnifica posizione, sul golfo di Trieste e a pochi metri dal mare, dista soltanto 6 km dal capoluogo.

    Fra le attrazioni principali del castello figura il meraviglioso parco, esteso su circa 22 ettari e caratterizzato da un'eccezionale varietà floreale.

    Molte piante esotiche vennero selezionate direttamente dall'arciduca d'Austria durante i suoi viaggi nel mondo, in qualità di ammiraglio della marina militare d'Austria.

    Nel giardino, a pochi metri dall'edificio principale, è presente il castelletto, una dependance che finì per diventare la prigione della sposa di Massimiliano d'Asburgo, che perse malauguratamente la ragione in seguito alla morte del marito in Messico.

    Le stanze del Castello ubicate al piano terra ospitarono i due coniugi durante gli anni più felici della loro esistenza, mentre al piano superiore, diversi anni dopo la morte dei precedenti proprietari, visse il Duca Amedeo d'Aosta.

    Il Castello risultò funesto per entrambi: Massimiliano d'Asburgo morì durante un viaggio in Messico, mentre Amedeo d'Aosta morì in Etiopia dopo un periodo di prigionia.

    Il museo e il parco

    Il parco venne progettato da Carl Junker sulla base di una perfetta e profonda commistione tra piante del nord Europa e contesto mediterraneo.

    È organizzato secondo i dettami del giardino inglese, arricchito da corsi d'acqua, vasche, prati e sentieri e si estende davanti al castello, oggi adibito a museo.

    All'interno dell'edificio figura una sontuosa raccolta di vasi orientali e tutte le stanze presentano ancora l'arredamento originale risalente alla metà dell'Ottocento.

    Meravigliosa la sala della musica, frequentata da Carlotta che qui si esercitava al fortepiano, il precursore dell'odierno pianoforte.

    Degna di nota è anche la sala che rievoca la fregata Novara, sulla quale viaggiò Massimiliano durante le sue peregrinazioni intorno al mondo.

    Grazie per esserti iscritto!
    Hai bisogno di aiuto?