Nazione di residenza del conducente
Età conducente

Inserisci i dati anagrafici del conducente principale affinchè possa essere calcolato un corretto importo assicurativo

ritiro
Codice convenzione:
Attenzione, nessun punto di ritiro attivo nel comune indicato.

Di seguito elenchiamo una lista di comuni limitrofi, che presentano un centro noleggio:

Purtroppo non ci sono punti affiliati nell'arco di 0 chilometri dalla città indicata.

      22/12/2019 - 

    El Castillo, la misteriosa piramide dei Maya

    piramide Una delle mete turistiche più apprezzate del Messico, Chichen Itza è un complesso archeologico di grande importanza in cui è stata rinvenuta una misteriosa piramide di epoca Maya, chiamata "piramide-matrioska" per la sua particolare struttura.

    Per visitarla, dopo essere atterrati nel vicino aeroporto internazionale Cozumel, grazie alla prenotazione anticipata effettuata sul sito TiNoleggio si può ritirare senza pensieri la propria auto a noleggio e proseguire il viaggio alla scoperta di questa piramide.

    La piramide-matrioska dei Maya

    dettaglio piramide Immaginate tre piramidi situate una dentro l’altra, come un effetto "matrioska": è quello che i turisti trovano a Chichen Itza, nel territorio dello Yucatan. Qui si trova El Castillo, una piramide che ne custodisce al suo interno altre due; ammirabile dall’esterno ha una altezza totale di 30 metri ed è costituita da una struttura principale alta 24 metri e da un tempietto di 6 metri di altezza.

    Al suo interno, come detto in precedenza, si trovano altre due piramidi, la prima, con una altezza di 20 metri, fu scoperta nel 1930, mentre la seconda, che ha una altezza di 10 metri, è stata scoperta grazie alle ricerche portate avanti da un gruppo di ricercatori appartenenti all’UNAM, l’Università nazionale autonomadel Messico.

    Rene Chavez Seguro, direttore del team di ricerca, ha spiegato che si tratta della prima costruita in ordine di tempo, e il ritrovamento è stato reso possibile dalla "tomografica elettrica tridimensionale" che ne ha permesso "l’illuminazione".

    La costruzione di El Castillo è dunque avvenuta in tre fasi, e la prima sembra risalire agli anni dal 550 all’800. La scoperta di questa piramide potrebbe permettere agli studiosi di recepire delle importanti informazioni sul popolo Maya e sul suo passato.

    Le varie fasi di realizzazione

    Secondo i ricercatori la costruzione delle altre due piramidi, invece, avvenne in epoche successive, probabilmente per ovviare a problemi del deterioramento causato dal tempo. Si stima, infatti, che la seconda piramide sia databile negli anni tra l’800 ed il 1000, mentre l’ultima, quella visibile, fu realizzata tra il 1050 ed il 1300.

    Altre teorie rispetto alla costruzione della seconda e terza piramide prendono in considerazione anche ipotesi diverse, come il cambio della "leadership" nella popolazione Maya o volontà espansive.

    Il futuro del sito archeologico

    el castillo Secondo gli esperti che hanno curato la ricerca, questa scoperta ha dato nuovo impulso per capire meglio lo stile costruttivo della popolazione Maya ed è già in previsione una fase di ricerca successiva. Questo sito archeologico, che l’Unesco ha inserito dal 1988 nella lista dei "Patrimoni dell’umanità", continua a fornire informazioni.

    Nel 2018, grazie ad una serie di analisi, gli studiosi hanno anche scoperto che Chichen Itza struttura 5B18 -  altro nome della piramide - era stata eretta su un fiume, e si pensa che le nuove ricerche potrebbero portare all’esplorazione di altre stanze segrete.

    Grazie per esserti iscritto!
    Hai bisogno di aiuto?