Nazione di residenza del conducente
BE
Età conducente

Inserisci i dati anagrafici del conducente principale affinchè possa essere calcolato un corretto importo assicurativo

ritiro
Codice convenzione:
Attenzione, nessun punto di ritiro attivo nel comune indicato.

Di seguito elenchiamo una lista di comuni limitrofi, che presentano un centro noleggio:

Purtroppo non ci sono punti affiliati nell'arco di 0 chilometri dalla città indicata.

      11/04/2019 - 

    5 giorni in Belgio: ecco cosa vedere

    Bruxelles Il Belgio può essere una meta interessante se si vuole conoscere qualcosa di nuovo ma non si ha troppo tempo a disposizione. Cinque giorni, infatti, sono sufficienti per arrivare in diverse città di questa nazione e scoprirne i luoghi più rappresentativi, soprattutto se si opta per un’auto a noleggio.

    Muoversi in auto è, naturalmente, la scelta migliore; se poi si programma in anticipo il viaggio e si scelgono adeguatamente le varie tappe, il percorso sarà al massimo di un’ora e tutto il resto della giornata potrà essere dedicato ai giri nelle città.

    Ecco alcuni suggerimenti per pianificare al meglio il vostro tour del Belgio in cinque giorni.

    Da Bruxelles ad Ostenda

    Bruges Il punto di partenza per questo viaggio alla scoperta del Belgio è Bruxelles, per la precisione dall’aeroporto di Bruxelles in cui poter ritirare comodamente l’auto a noleggio prenotata grazie al servizio offerto da TiNoleggio. Questa città, offre numerosi monumenti e luoghi d’interesse che, però, possono essere raggiunti facilmente. Un’intera giornata sarà sufficiente per passeggiare fra le sue vie e le sue piazze, iniziando, ovviamente dalla maestosa Grand Place, Patrimonio dell’Umanità.

    Alle sue spalle si trova l’Isola Sacra, un dedalo di viuzze e piazzette molto caratteristico. L’Atomium è uno dei luoghi simboli della città; una struttura imponente costruita per l’Esposizione Mondiale del 1958 nel Parco Heysel, che rappresenta un atomo di ferro con ampie sfere che possono ospitare mostre, convegni o conferenze. Ci sono, poi, vari musei come quello dedicato a Magritte, quello del Fumetto ed il Museo delle Belle Arti. Non si può lasciare Bruxelles senza aver fatto una foto alla fontana con il bambino in bronzo che fa la pipì.

    Per raggiungere Bruges ci vuole meno di un’ora. È una piccola città davvero incantevole, tipicamente medievale che affascina i visitatori con un’atmosfera retrò che si respira passeggiando tra le vie del centro storico. Da non perdere: Piazza del Mercato, il Burg e la Basilica del Santissimo Sangue.

    Da Bruges ad Ostenda ci vogliono circa 40 minuti d’auto. Questa città sul mare è famosa per il porto e si può passeggiare lungo il Visserskaai alla ricerca di un ristorante o una brasserie caratteristica per mangiare dell’ottimo pesce.

    Da Anversa a Lovanio

    Anversa Da Ostenda ci si muove alla volta di Anversa, cuore dell’Europa. Da non perdere: un giro per l’imponente stazione centrale, caratterizzata da un’enorme cupola ed una visita alla Cattedrale, la cui torre contiene un carillon con 47 campane. Ci si può dedicare, poi, ad un giro per la piazza principale, la Grote Markt e ad un tour per il Distretto deiDiamanti la cui lavorazione ha reso famosa questa città.

    Da Anversa a Liegi ci vuole circa un’ora d’auto. Una volta giunti a destinazione si inizia con il curiosare tra i palazzi che si affacciano su Place St. Lambert, si passa poi al distretto Outremeuse e si giunge al Palazzo dei Principi-Vescovi.

    Una foto al Perron, simbolo della libertà della città, è d’obbligo. Sulla strada di ritorno verso Bruxelles vale la pena fermarsi a Lovanio, città universitaria incantevole ed affascinante, ricca di storia e chiese dall’architettura bizzarra.

    È il posto più adatto per concludere questo tour di 5 giorni e salutare questa bellissima nazione.

    Grazie per esserti iscritto!
    Hai bisogno di aiuto?