Nazione di residenza del conducente
Età conducente

Inserisci i dati anagrafici del conducente principale affinchè possa essere calcolato un corretto importo assicurativo

ritiro
Codice convenzione:
Attenzione, nessun punto di ritiro attivo nel comune indicato.

Di seguito elenchiamo una lista di comuni limitrofi, che presentano un centro noleggio:

Purtroppo non ci sono punti affiliati nell'arco di 0 chilometri dalla città indicata.

      04/07/2019 - 

    5 cose da vedere a Tirana

    Moschea Tirana Tirana è una città che negli ultimi anni ha calamitato l’attenzione di molti per le tante attrazioni che offre. Adatta per turisti di tutte le età e dai gusti più svariati, la capitale dell’Albania è diventata una meta molto amata.

    Una volta atterrati all’aeroporto internazionale Nene Tereza di Tirana potrete ritirare comodamente la vostra auto a noleggio, prenotata grazie al servizio offerto da TiNoleggio, e partire alla scoperta delle cinque attrazioni più belle di Tirana.

    Piazza Skanderbeg & la Moschea di Ethem Bey

    Piazza Tirana Piazza Skanderbeg, dedicata all’eroe nazionale albanese Sheshi Gjergj Kastrioti Skënderbeu, oltre ad essere il vero e proprio fulcro della città, è anche una delle più importanti del Paese. Una piazza molto ricca nella quale si trovano edifici di grande importanza, come ad esempio la Torre dell’Orologio, uno dei simboli di Tirana, e importanti musei come il museo storico nazionale nel quale si possono ammirare oltre 3600 oggetti che mostrano la storia del paese, dal Paleolitico fino ad oggi.

    La facciata esterna dell’edificio che ospita il museo è caratterizzata dal bellissimo e gigantesco mosaico intitolato "Gli albanesi". Nella piazza si trova anche la statua equestre dell’eroe nazionale, realizzata in bronzo da Romano Romanelli, con alle sue spalle il famoso giardino triangolare.

    Anch’essa situata in Piazza Skanderbeg, la Moschea di Ethem Bey è uno degli edifici tradizionali in un contesto di edifici moderni ed è l'unica sopravvissuta all’avvento del regime comunista. Oltre che per il suo splendido aspetto esterno, la moschea attrae i visitatori per le decorazioni al suo interno.

    La sua costruzione fu iniziata nel 1789 da parte di un turco, Molla Bey, al quale è stata poi dedicata. Il completamento avvenne nel 1823 grazie al figlio, Haxhi Ethem Bey.

    Cattedrale della Resurrezione di Cristo, la Piramida & il Bunk’Art

    Piramida La Cattedrale della Resurrezione di Cristo è la sede dell’arcidiocesi di Tirana nonché sede principale della religione ortodossa nel Paese.

    L’antica cattedrale fu distrutta nel 1967 sotto il regime comunista, è stata ricostruita in seguito a partire dal 2001 e vide il suo completamento nel 2012. Questo edificio ha una cupola di ben 32 metri di altezza ed è completato da un campanile che supera i 40 metri. Molto interessanti i portoni in bronzo e le 52 finestre situate sotto alla cupola con splendidi mosaici, tra i quali quello di Santa Sophia e una iconostasi in marmo nella quale sono racchiuse delle icone che provengono dal Monte Athos.

    La Piramida invece, è stata realizzata negli anni ‘80 del secolo scorso utilizzando marmo bianco e vetro: è sicuramente l’edificio che è costato di più nella storia del Paese. Inizialmente costruito per commemorare uno dei leader albanesi, il dittatore Enver Hoxha, dopo la caduta del regime comunista fu trasformato nel Centro internazionale della cultura.

    Per i turisti e specialmente per gli appassionati dell’arte assolutamente da non perdere è il Bunk’Art, una via di mezzo tra una galleria d’arte e un museo storico. Si tratta di un vecchio bunker costruito in cemento, che in origine doveva servire da rifugio per l’élite governativa albanese in caso di bombardamento atomico, oggi divenuto un gigantesco spazio espositivo.

    Recentemente è stato inaugurato il Bunk’Art 2, un museo allestito all’interno di un ex edificio antiatomico di proprietà del Ministero degli Interni, che è stato dedicato alle vittime del regime.

    Grazie per esserti iscritto!
    Hai bisogno di aiuto?