TiNoleggio / Noleggio auto / Italia / Veneto / Venezia Stazione Santa Lucia

Inserisci i dati anagrafici del conducente principale affinchè possa essere calcolato un corretto importo assicurativo

ritiro
Codice convenzione:reloadOKKOright
times
nearbyairplanetrainboat
close
alertAttenzione, nessun punto di ritiro attivo nel comune indicato.

Di seguito elenchiamo una lista di comuni limitrofi, che presentano un centro noleggio:

Purtroppo non ci sono punti affiliati nell'arco di 0 chilometri dalla città indicata.

    Noleggio Auto Venezia Stazione Santa Lucia

    La Stazione di Santa Lucia rappresenta un punto nevralgico fondamentale per chiunque voglia visitare Venezia. Oltre a essere un centro vitale di collegamento tra il capoluogo veneto e le altre più importanti città italiane, la Stazione di Santa Lucia è anche perfetta per fare shopping al pomeriggio o fermarsi a mangiare in uno dei numerosi locali tra bar e ristoranti presenti.

    Nel corso degli ultimi anni, grazie agli investimenti compiuti dall'amministrazione locale, si è trasformata nel polo cittadino più grande in relazione ai servizi erogati al suo interno. La nascita risale ai primi anni del Novecento, su impulso dell'architetto Angiolo Mazzoni. Quando arrivi alla Stazione di Santa Lucia ritira l'auto a noleggio prenotata in precedenza su TiNoleggio e raggiungi il centro di Venezia attraversando il Ponte della Libertà. La distanza misura circa 2 km, per un totale di 8 minuti, per via del traffico.

    Noleggio Auto Venezia Stazione

    Venezia: luoghi d’interesse

    Una volta raggiungo l’ingresso della città, grazie al noleggio auto dalla stazione Santa Lucia di Venezia, Piazza San Marco è sicuramente il primo luogo da visitare. Non esiste posto più iconico di questo per descrivere la bellezza della città lagunare. Pochi sanno forse che a Venezia l'unica area che può definirsi con l'appellativo di piazza è proprio Piazza San Marco, mentre tutte le altre si devono accontentare del nome di campo.

    Prima che fosse costruita la Basilica sorgeva un esteso orto, fatto poi interrare per volere di Vitale II Michiel. Prima degli innumerevoli bar sorti negli anni, Piazza San Marco ospitava processioni, tornei e fiere, oltre a una nota caccia ai tori. C'è poi Canal Grande, altro luogo simbolo per eccellenza di Venezia, conosciuto con il nome di Canalazzo tra gli abitanti locali. L'attrazione principale non è tanto il canale, lungo più di 4 km, quanto i palazzi che si affacciano su esso. Chiunque visiti per la prima volta Venezia rimane affascinato dalla visione di Canal Grande e dei suoi palazzi che si specchiano sull'acqua. L'inizio del canale è situato in prossimità della Stazione di Santa Lucia, l'arrivo invece è posto vicino a Piazza San Marco.

    Alzi la mano chi pensa di conoscere quanti ponti ci sono a Venezia. Pochi sanno la risposta. Cinquanta? Cento? Duecento? Nessuna delle tre risposte. A Venezia ci sono ben 354 ponti. Tra questi si annoverano alcuni dei più famosi in tutto il mondo, come ad esempio il Ponte di Rialto, che si affaccia su Canal Grande. Insieme a lui, l'altro più celebre è il Ponte dei Sospiri. Secondo la tradizione popolare, i sospiri a cui si fa riferimento erano quelli dei condannati, i quali, vedendo per l'ultima volta la bellezza della città, erano soliti sospirare prima di essere rinchiusi in carcere.

    L'ultimo ponte fatto costruire dall'amministrazione comunale è anche il più spettacolare: si chiama Ponte della Costituzione, realizzato da Santiago Calatrava. Un altro luogo da non perdere durante la visita di Venezia è l'Arsenale, il più antico cantiere navale del capoluogo veneziano. L'area dell'Arsenale si estende per quasi 50 ettari all'interno del sistema lagunare. I turisti hanno la possibilità di visitare l'antico complesso di cantieri navali in occasione della Biennale di Venezia, sia nell'Arsenale Nord che nell'Arsenale Sud.

    Basilica di San Marco
    Arsenale di Venezia

    Venezia: arte e cultura

    Utilizzando l’autonoleggio dalla stazione Venezia Santa Lucia si può arrivare comodamente all’ingresso di questa splendida città per ammirarne le bellezze; una di queste è il PalazzoDucale, non lontano dalla Basilica di San Marco, che ha rappresentato per secoli il centro di potere dei Doge. Al suo interno sono ospitate le opere d'arte di alcuni celebri artisti, tra cui Tintoretto, Tiziano e Veronese. Da vedere la Sala del Maggior Consiglio, dove è custodita la tela più grande al mondo (Paradiso), realizzata dallo stesso Jacopo Tintoretto alla fine del Cinquecento. Chi fosse interessato alla visione del Buon Governo della Repubblica, tra le opere più famose di Paolo Veronese, è invitato a recarsi presso la Sala del Collegio, realizzata su progetto originario di Andrea Palladio.

    Le Gallerie dell'Accademia sono un ulteriore vanto artistico e culturale di Venezia, dal momento che vi sono ospitati i dipinti veneti che vengono attribuiti ai pittori del Rinascimento, periodo gotico e Trecento bizantino: da Tiepolo a Bellini, passando per Veronese, Giorgione, Tiziano e Tintoretto. In più, oltre alla collezione dei dipinti veneti, le Gallerie dell'Accademia ospitano una delle opere più note a livello internazionale: l'Uomo Vitruviano di Leonardo da Vinci.

    L'ultima fermata culturale proposta da Venezia è il Museo Peggy Guggenheim e la sua omonima collezione, costituita dai dipinti europei e americani della prima metà del Novecento. Considerata l'eccezionalità delle opere inserite nella collezione, è possibile affermare che non ci sia niente di paragonabile in Italia. Tra gli artisti che si annoverano nel lungo elenco della collezione Peggy Guggenheim si annoverano Picasso, de Chirico e Pollock. Una menzione a parte anche per gli artisti del Futurismo italiano, tra cui Rosai, Soffici e Carrà.

    Palazzo Ducale di Venezia