TiNoleggio / Noleggio auto / Islanda / Sauoarkrokur Aeroporto (SAK)

Noleggio Auto Aeroporto Sauðárkrókur

Luogo di ritiro
RITIRO
Luogo di riconsegna
DA
02/12/2022
10:00
A
04/12/2022
10:00
Inserisci la tua età e nazionalità
Tinoleggio.it collabora con le società più affidabili, ovunque nel mondo.
Partner logo

Noleggio Auto Aeroporto Saudarkrokur Probabilmente, il nome Sauðárkrókur, potrebbe risultare pressoché sconosciuto alla maggior parte degli italiani. Eppure, non dovrebbe affatto essere così: con i suoi paesaggi infiniti e con la magia che la caratterizza, Sauðárkrókur è uno dei luoghi più belli dell'Islanda.

L’aeroporto di Sauðárkrókur è piccolo, ma ben attrezzato e ospita diversi voli che collegano la città islandese con altre località del Paese o appartenenti ad altri stati.

Appena giunti presso l’aeroporto di Sauðárkrókur, potete ritirare l’auto che avrete noleggiato in precedenza con TiNoleggio e, cartina alla mano, partire alla scoperta di Sauðárkrókur e dell'incontaminata terra dei ghiacci.

Scoprire Sauðárkrókur: i luoghi d'interesse storico-artistico

Saudarkrokur in IslandaData la vastità degli spazi, sin da subito, è possibile rendersi conto di quanto sia necessaria un'automobile che consenta di spostarci da un luogo all'altro. Giunti a Sauðárkrókur, uno dei primi luoghi da visitare è, senza ombra di dubbio, il caratteristico museo di Minjahúsið.

Grazie ad una mescolanza ben assortita di stili e contaminazioni artistiche, al museo di Minjahúsið si possono trovare elementi diversissimi tra loro, ma legati alla storia della zona, come una serie di laboratori artigianali in perfetto stato, un "orso polare imbalsamato" e uno spettacolare modello di Ford, risalente al 1930.

Proseguendo nell'esplorazione dei luoghi artistici di Sauðárkrókur, va segnalato il suggestivo museo di Gestastofa Sútarans. Qui è possibile ammirare l'efficiente conceria - l'unico esemplare presente in Islanda - per poi acquistare nella boutique al suo interno, preziosi capi in cuoio, suppellettili e oggetti realizzati con "pelle di pesce" e pregiatissime "pelli di pecora", di qualità sopraffina.

Chi giunge in questa pura e incontaminata parte settentrionale dell'Islanda, non può visitare Sauðárkrókur, senza fare un salto a Glaumbær. Questa "fattoria in torba", risalente al XVIII secolo, ospita una serie di edifici collegati da stanze e corridoi, completamente arredati con i mobili d'epoca che ben testimoniano, ancora, lo stile di vita del tempo.

Il silenzio è il protagonista assoluto di un paesaggio da favola, visibile anche nelle vicinanze di Sauðárkrókur, in sui spiccano per bellezza le "isole deserte" di Drangey, Málmey e Lundey e la vetta del Tindastóll, da cui si gode un panorama mozzafiato sul fiordo Skagafjörður.

Quanto alla gastronomia, non ci si può esimere dall'assaggiare i tramezzini ai gamberetti o agli scampi, le succulenti crespelle ripiene, dolci e salate, i "petti di pulcinella di mare" e, soprattutto, la famosa torta calda al rabarbaro speziato.