Nazione di residenza del conducente
AR
Età conducente

Inserisci i dati anagrafici del conducente principale affinchè possa essere calcolato un corretto importo assicurativo

ritiro
Attenzione, nessun punto di ritiro attivo nel comune indicato.

Di seguito elenchiamo una lista di comuni limitrofi, che presentano un centro noleggio:

Purtroppo non ci sono punti affiliati nell'arco di 0 chilometri dalla città indicata.

    Noleggio Auto Aeroporto Salta

    Noleggio Auto Aeroporto SaltaL'Aeroporto Martin Miguel de Guemes si trova a poco più di 7 km dal centro della città di Salta, capoluogo dell'omonima provincia situata nel nord dell'Argentina. Lo scalo è servito dalla Aerolineas Argetinas e dalla Andes Lineas Aereas.

    Attualmente vanta un traffico passeggeri annuo pari a 700.000 unità ed è dotato dei principali servizi utili ai passeggeri. Una volta atterrati all'Aeroporto di Salta, potrete ritirate un'auto a noleggio, prenotata in precedenza con TiNoleggio, per poi recarvi verso il centro della città.

    Cosa vedere a Salta

    Cattedrale di SaltaLa chiesa più importante della città di Salta è la Cattedrale, un edificio imponente e sfarzoso che, soprattutto la sera con le luci accese, regala bellissime emozioni. Sono numerosi i fedeli che si recano nella cattedrale, che risulta essere certamente il luogo di culto più frequentato dagli abitanti.

    La seconda chiesa più famosa e bella della città, è la Chiesa di San Francesco. Si presenta con una struttura di terracotta e marmo, con dei colori molto caratteristici che, anche in questo caso, risaltano di sera grazie ai giochi di luce. Tra gli altri luoghi di culto, segnaliamo il Santuario della Verginedella collina, frequentato dai fedeli che chiedono la concessione della grazia alla Madonna. Da questo edificio è possibile avere una visione magnifica dell'intera città di Salta, che vi incanterà.

    L'ultima tappa della città che vi consigliamo è quella al Museo di archeologia d'alta montagna, senza alcun dubbio il più importante museo che la città argentina offre ai suoi visitatori. Il museo permette di conoscere meglio la storia del popolo Incas e delle popolazioni delle vicine Ande.

    L'attrazione principale del museo è rappresentata dalle mummie di tre bambini sacrificati alla montagna. Lasciando la città, proseguendo verso la città di Cachi, si può percorrere quella che è stata già ribattezzata come la “strada che porta al cielo”, vale a dire la Cuesta del Obispo.

    Si tratta di una fantastica strada panoramica di montagna, che riesce a trasmettere fortissime emozioni a chi la percorre, grazie alla bellezza e all’immensità del paesaggio. Sulla sommità della montagna, è situata una bottega dove poter acquistare alimenti locali, come formaggi e salame di lama.

    Hai bisogno di aiuto?