Nazione di residenza del conducente
Età conducente

Inserisci i dati anagrafici del conducente principale affinchè possa essere calcolato un corretto importo assicurativo

ritiro
Codice convenzione:
Attenzione, nessun punto di ritiro attivo nel comune indicato.

Di seguito elenchiamo una lista di comuni limitrofi, che presentano un centro noleggio:

Purtroppo non ci sono punti affiliati nell'arco di 0 chilometri dalla città indicata.

      23/12/2019 - 

    Weekend a Cervia

    porto Da qualunque parte d’Italia si può raggiungere comodamente la costa della Riviera Romagnola per trascorrere un piacevole soggiorno nelle località della zona come Cattolica, Rimini, Riccione e, soprattutto, Cervia. Proprio questa località balneare negli anni è diventata, infatti, sempre più famosa, tanto da essere considerata una vera e propria perla, perfetta da vivere in ogni stagione grazie al mare, alla natura e alle terme che la rendono ideale per un weekend di tutto relax.

    Il modo più veloce per arrivare è quello di atterrare presso l’Aeroporto Fellini di Rimini e ritirare direttamente qui l’auto e noleggio prenotata prima di partire sul sito TiNoleggio; Cervia si raggiunge in poco più di 40 minuti percorrendo la SS16 Romea oppure la A14.

    Origini di Cervia

    cattedrale Dal primitivo centro di Ficocle, distrutto nel 709, nacque Cervia, proprio nel centro delle saline. Un tempo il canale delle Saline, che oggi separa Cervia da Milano Marittima, collegava l’antico centro abitato al mare. Venezia influenzò sensibilmente tutta la zona, fra il XIII ed il XV secolo, infatti, il ricordo di quel periodo resta ancora oggi tangibile nella tradizionale festa dello Sposalizio del Mare che, ogni anno dal 1445, si celebra nel giorno dell’Ascensione ed attira turisti da ogni parte d’Italia.

    Agli inizi del ‘500 Cervia passò sotto lo Stato Pontificio, poi però subì un rapido decadimento diventando un’area malarica. Fra il ‘600 ed il ‘700, grazie al progetto di Bellardino Berti, Cervia iniziò ad essere ricostruita secondo la concezione innovativa di città ideale e funzionale.

    Oggi è un importante luogo di villeggiature e dispone di un bel porto turistico oltre che di vari centri balneari e strutture ricettive diversificate.

    Cosa vedere e cosa fare a Cervia durante un weekend

    riserva In Piazza Garibaldi, centro pulsante della cittadina, si contrappongono le storiche sedi del potere civile e di quello religioso, ovvero il Palazzo Comunale, con la caratteristica Torre dell’Orologio, e la Cattedrale dedicata all’Assunta, dalla tipica facciata incompiuta; al suo interno vi sono numerose opere d’arte appartenenti a differenti epoche.

    Tutto il perimetro del centro storico è delimitato dalle caratteristiche case dei salinari, la manodopera addetta alla lavorazione del sale, da sempre motore economico della zona. Presso il porto sorgono la Torredi S. Michele, con la biblioteca comunale, ed i Magazzini del Sale, interessante esempio di archeologia industriale.

    Tra l’altro, grazie all’auto a noleggio, si può anche arrivare al quattrocentesco Santuario della Madonna del Pino, lungo la Romea.

    Anche le Saline di Cervia sono un luogo particolarmente interessante: ricoprono un’area di circa 800 ettari, la maggior parte dei quali sono tutelati come Riserva Naturale, e difatti sono l’habitat ideale dell’avifauna caratteristica oltre a rappresentare la porta d’ingresso al Parco Regionale del Delta del Po, lungo la parte meridionale.

    Grazie per esserti iscritto!
    Hai bisogno di aiuto?