Nazione di residenza del conducente
IT
Età conducente

Inserisci i dati anagrafici del conducente principale affinchè possa essere calcolato un corretto importo assicurativo

ritiro
Attenzione, nessun punto di ritiro attivo nel comune indicato.

Di seguito elenchiamo una lista di comuni limitrofi, che presentano un centro noleggio:

Purtroppo non ci sono punti affiliati nell'arco di 0 chilometri dalla città indicata.

      15/07/2016 - 

    TiNoleggio sponsor della squadra Mi.To United al torneo di Banca Intesa

    La Mi.To United sponsorizzata da TiNoleggioLo scorso 11 giugno 2016 si è tenuta la seconda edizione della Superlega di calcio ALI (Associazione Lavoratori Intesa San Paolo). Il torneo si è svolto in due diverse manche (l’11 giugno a Milanello e il 18 giugno a Parma) e ha visto la partecipazione di 48 squadre, formate dai dipendenti di Banca Intesa San Paolo.

    Tra le 32 squadre che si sono sfidate a Milanello, c’è stata anche la Mi.To United, team fondato dai dipendenti della sede operativa di Banca Intesa di Torino, a cui si sono aggiunti alcuni dipendenti di una filiale di Milano.

    La Mi.To United, capitanata da Marco Glorioso, è scesa in campo con grande entusiasmo e voglia di divertirsi, ed è stata supportata anche da TiNoleggio, che ha ricoperto il ruolo di Sponsor del team.

    L’intervista a Daniele Munari, giocatore della Mi.To United

    Suddivisa in 8 gironi, ciascuno composto da 4 squadre, a cui sono seguite le partite dei quarti, le due semifinali e una finale, questa competizione si è svolta nell’arco di una sola giornata ed è stata vinta da "ISP LOMBARDIA".

    La rosa che ha gareggiato con la maglia della Mi.To United, sulla quale risaltava l’elegante scritta bianca con le iniziali color arancio di TiNoleggio, era composta da: Chieppa Vincenzo (in porta), Galeano Antonio, Munari Daniele e Pavan Fabrizio in difesa, Puddu Fabrizio, Glorioso Marco e Sartore Dario a centrocampo e infine, Ditillo Alberto e Fattorello Tommaso in attacco.

    Daniele Munari, uno dei difensori di questo team, con grande disponibilità ci ha raccontato questa esperienza.

    Daniele, come è stato partecipare al campionato di Banca Intesa?

    È stato molto emozionante! Ho condiviso quest’avventura con tutti i miei colleghi e ho avuto la possibilità di fare nuove amicizie e di conoscere nuovi ragazzi, provenienti da ogni angolo d’Italia. Le impressioni di tutti noi sono state molto positive.

    Avete sposato appieno lo spirito del torneo?

    Assolutamente sì! Lo scopo principale era quello di trascorrere una giornata all’insegna dello sport, dell’amicizia e del fair play. Questo spirito ha alimentato ciascuno di noi e ha dato vita a delle piacevolissime sfide. Infatti, nonostante la Mi.To United non abbia superato la fase eliminatoria, siamo comunque tornati a casa con il sorriso e non vediamo l’ora di partecipare l’anno prossimo.

    Come si è svolta la vostra giornata?

    Siamo partiti alle luci dell’alba e siamo stati accolti nel migliore dei modi. Prima di iniziare a giocare, c’è stata una Cerimonia di Benvenuto Ufficiale ed abbiamo avuto l’onore di conoscere e ascoltare grandi personaggi legati al mondo dello sport, come Dan Peterson, Bruno Pizzul (due straordinari commentatori sportivi) e Daniele Massaro, ex calciatore di Milan e Fiorentina.

    La nostra prima gara si è tenuta intorno alle 10, la seconda alle 11.30 e la terza alle 13.00. Ciascuna partita ha avuto una durata di 24 minuti e, tra una gara e l’altra, abbiamo avuto l’opportunità di approfittare di un leggero, ma ampio buffet lunch, per riposarci e riprenderci.

    3 gare in sole 3 ore. L’impegno fisico è stato notevole?

    Non proprio. Tra una partita e l’altra abbiamo avuto modo di riposarci e ricaricarci. Probabilmente, abbiamo pagato il fatto che non avevamo la rosa al completo. Purtroppo, a ridosso della partenza, 3 colleghi non hanno potuto partecipare, chi per motivi di salute, chi per improrogabili impegni. La loro assenza si è sentita molto, non solo perché sono bravi a giocare a calcio, ma anche per il fatto che in campo sono scese sempre le stesse persone, che hanno dovuto così sostenere tutte le sfide: contro la Core Fact. Firenze, contro la Eurizon e contro la CariFVG, squadre del nostro girone.

    Cosa ricorderai di questa esperienza?

    Innanzitutto, è stato simpatico e particolare giocare a Milanello. Siamo abituati a giocare in campi sportivi più modesti e correre sull’erbetta, con i raccattapalle a bordo campo, in una struttura sportiva altamente professionale, è stato davvero bello. Ricorderò principalmente l’entusiasmo e la gioia di tutti i partecipanti, il senso di euforia condiviso, le nuove conoscenze fatte e soprattutto, il rispetto per “l’avversario” osservato da tutti e che deve essere sempre un valore cardine nel calcio, ma anche nella vita.

    Grazie per esserti iscritto!
    Hai bisogno di aiuto?