Nazione di residenza del conducente
IT
Età conducente

Inserisci i dati anagrafici del conducente principale affinchè possa essere calcolato un corretto importo assicurativo

ritiro
Attenzione, nessun punto di ritiro attivo nel comune indicato.

Di seguito elenchiamo una lista di comuni limitrofi, che presentano un centro noleggio:

Purtroppo non ci sono punti affiliati nell'arco di 0 chilometri dalla città indicata.

      05/03/2016 - 

    Teatro Regio a Parma: il tempio dell'opera italiana

    La città di ParmaAntica capitale del ducato di Parma e Piacenza, la città di Parma è la meta ideale per una vacanza all'insegna dell'arte, della cultura e della musica.

    All'arrivo all'Aeroporto di Parma o in alternativa all'aeroporto Marconi di Bologna è possibile noleggiare un'auto per visitare la città e i suoi dintorni. TiNoleggio offre un comodo servizio di prenotazione che consente di prenotare un'auto in anticipo, prima della partenza, e ritirarla direttamente all'arrivo in aeroporto.

    Il Teatro Regio di Parma

    Teatro Regio, ParmaLa città di Parma è nota per i suoi numerosi monumenti storici e luoghi di interesse artistico: il Duomo, una delle maggiori opere di architettura romanica in Italia, le numerose chiese, i palazzi storici, le ville d'epoca liberty, il Parco Ducale e le antiche mura cittadine.

    Ma, forse non tutti sanno, che la città di Parma è nota in tutto il mondo anche per la musica lirica.

    L'edificio più rappresentativo è il Teatro Regio, il teatro dell'opera cittadino, tra i più importanti in Italia.

    Sebbene meno conosciuto della Scala di Milano, per la qualità degli allestimenti e la notorietà dei cantanti e direttori d'orchestra, è riconosciuto dagli appassionati come uno dei maggiori rappresentanti dell'opera e della lirica.

    Il teatro organizza concerti di musica classica e sinfonica durante tutto l'anno, i balletti di Parma Danza in estate e opere in cartellone in ottobre per il Festival Verdi.

    La storia

    L'edificio fu costruito per volere della duchessa Maria Luigia d'Austria, sposa di Napoleone e figlia di Francesco I, convinta sostenitrice della grande tradizione musicale. Ritenendo il Teatro Farnese inadeguato alle esigenze del ducato, affidò l'incarico per la costruzione di un nuovo teatro all'architetto Nicola Bettoli.

    Il Teatro Regio fu inaugurato nel 1829 con la Zaira di Bellini.

    Nel 1868 fu ceduto al Comune di Parma e nonostante fosse stato motivo di grande prestigio per la città, come luogo di diffusione della musica e la cultura, nella seconda metà dell'Ottocento venne chiuso perché considerato un lusso, il cui mantenimento era troppo oneroso per gravare sulla comunità.

    Nel 1894, attraverso un referendum, i cittadini parmigiani riuscirono a far riaprire il Teatro Regio.

    L'architettura

    La facciata è in stile neoclassico divisa in quattro parti. La base è costituita da un portico architravato sorretto da colonne ioniche. Il foyer è di forma quadrata e il ridotto, decorato con affreschi di Giovan Battista Azzi, è la sede di piccoli concerti. La platea è di forma ellittica.

    L'illuminazione è garantita da piccoli lampadari attaccati alla parete di ogni palco e un gigantesco lampadario centrale fabbricato a Parigi e portato a Parma nella seconda metà dell'Ottocento. La luminosità può essere regolata creando suggestivi effetti scenografici durante le rappresentazioni.

    Grazie per esserti iscritto!
    Hai bisogno di aiuto?