TiNoleggio / notizie / Rocca di Gradara: "seguiamo" le tracce di Paolo e Francesca

Rocca di Gradara: "seguiamo" le tracce di Paolo e Francesca

Luogo di ritiro
RITIRO
Luogo di riconsegna
DA
31/01/2023
10:00
A
02/02/2023
10:00
Inserisci la tua età e nazionalità
Tinoleggio.it collabora con le società più affidabili, ovunque nel mondo.
Partner logo
05/12/2016 - 

Rocca di Gradara: "seguiamo" le tracce di Paolo e Francesca

Rocca di GradaraLa Rocca di Gradara, conosciuta anche il nome Castello Malatestiano, è una splendida fortezza ubicata nel territorio di Gradara, nella splendida provincia di Pesaro e Urbino. Si tratta di un meraviglioso complesso medievale–rinascimentale appartenuto alla Famiglia De Griffo, al cui interno sono conservate tante opere d’arte che accrescono ulteriormente il suo prestigio.

La ‘Divina’ Rocca: sfondo dell’amore tra Paolo e Francesca

Ingresso Castello di GradaraLa provincia di Pesaro e Urbino è un eccezionale concentrato di storia, cultura, arte e primizie enogastronomiche. Ecco perché una volta atterrati all’Aeroporto di Ancona, è consigliabile ritirare l’auto a noleggio prenotata comodamente con TiNoleggio, allo scopo di spostarsi a proprio piacimento per raggiungere le location di interesse.

Una delle principali attrazioni è certamente la Rocca di Gradara, una struttura medievale perfettamente conservata che è stata resa leggendaria grazie allo struggente amore tra Paolo e Francesca, raccontata in una dell’opere letterarie più famose al mondo: la Divina Commedia di Dante Alighieri.

Questo è uno dei motivi per cui ogni anno la Rocca di Gradara è visitata da oltre 200.000 visitatori che arrivano da ogni parte del mondo. La Rocca è ubicata su una collinetta, a circa 140 metri sul livello del mare, ed è dominata dal torrione principale, che va a completare una duplice cinta muraria di cui, quella più esterna, si disloca per ben 800 metri di lunghezza. Inoltre, è davvero suggestivo entrare in un luogo capace di far vivere la sensazione di una sorta di viaggio a ritroso nel tempo, attraverso l’ingresso con il caratteristico ponte levatoio.

Urbino, eccezionale città d’arte Patrimonio dell’Umanità

UrbinoDopo aver respirato la magia della Rocca di Gradara, è possibile raggiungere con una certa facilità la splendida cittadina di Urbino, tra i più importanti centri sotto il profilo culturale e artistico del Rinascimento. Infatti, nel 1998 l’UNESCO ha giustamente dichiarato il suo centro storico Patrimonio dell’Umanità. Di particolare interesse è la dislocazione urbanistica del centro che ricalca in maniera fedele quella dell’epoca rinascimentale. Tanti sono i monumenti e i palazzi, a cominciare dalle architetture religiose che sono molteplici.

Di particolare bellezza sono il Duomo, che si erge nella piazza centrale in chiaro stile neoclassico, ideato dall’architetto Giuseppe Valadier, l’ex Monastero di Santa Chiara, progettato da Francesco di Giorgio Martino, e la Chiesa di San Domenico, risalente al XIV secolo. Altri edifici religiosi meritano una visita, come l’ex Convento di Sant’Agostino, il Monastero di Santa Caterina d’Alessandria e la Chiesa di Sant’Andrea Apostolo, senza dimenticare il celeberrimo Mausoleo dei Duchi.

Durante una visita ad Urbino, visitate l’altrettanto famoso Palazzo Ducale, che peraltro è sede della Galleria Nazionale delle Marche, al cui interno si possono ammirare tantissimi capolavori come la Madonna di Senigallia di Piero della Francesca, il ritratto di Petrarca di Giusto di Gand, la Flagellazione sempre di Piero della Francesca, il ritratto di Gentildonna di Raffaello e il Miracolo dell’Osta profanata di Paolo Uccello.

Grazie per esserti iscritto!
Iscriviti alla newsletter e resta aggiornato sui nostri consigli di viaggio
Contattandoci acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Leggi la nostra informativa privacy.