TiNoleggio / notizie / Perché visitare la Reggia di Caserta Noleggio Auto | Noleggio Furgoni

Inserisci i dati anagrafici del conducente principale affinchè possa essere calcolato un corretto importo assicurativo

ritiro
Codice convenzione:reloadOKKOright
times
nearbyairplanetrainboat
close
alertAttenzione, nessun punto di ritiro attivo nel comune indicato.

Di seguito elenchiamo una lista di comuni limitrofi, che presentano un centro noleggio:

Purtroppo non ci sono punti affiliati nell'arco di 0 chilometri dalla città indicata.

      19/11/2018 - 

    Perché visitare la Reggia di Caserta

    Reggia di CasertaFra le dimore storiche più importanti d’Italia, la Reggia di Caserta rappresenta il massimo che si potesse concepire e realizzare per quanto riguarda la magnificenza dell’architettura, la bellezza delle decorazioni e l’immensità e sfarzosità dei giardini.

    Visitare questo luogo è quasi un obbligo e raggiungerlo è facile: basta ritirare un’auto a noleggio all’aeroporto di Napoli Capodichino. Per trovare l’auto pronta al vostro arrivo, ti consigliamo di prenotarla online con TiNoleggio.

    La Reggia di Caserta, un tour nella Versailles italiana

    Reggia di CasertaDichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, fu costruita nel 1752 sotto Carlo di Borbone su progetto di Luigi Vanvitelli.

    La visita ha inizio dalla imponente scalinata reale che porta direttamente agli appartamenti dei sovrani e poi alla Pinacoteca ed alla sala ellittica presso la quale si trova un presepe d’epoca. Proseguendo il tour si arriva nelle bellissime stanze appartenute alla regina, con un bagno in stile rococò, nelle sale della biblioteca, nella cappella reale per terminare nel teatro di corte.

    Quest’ultimo è un vero gioiello, costruito come riproduzione fedele del san Carlo di Napoli, sebbene più piccolo. Fu inaugurato per il Carnevale del 1769 da re Ferdinando e dalla regina Maria Carolina.

    Nel corso dei secoli, molte opere d’arte provenienti da altre residenze reali sono state abbandonate nei magazzini della Reggia; recuperate e restaurate sono state esposte nella Quadreria che ad oggi ospita circa 150 dipinti divisi in nove sale lungo un percorso tematico.

    La bellezza senza tempo dei giardini reali

    Reggia di CasertaIl parco che circonda la Reggia è altrettanto spettacolare. Qui nulla è stato mai lasciato al caso. Si tratta di un esempio di giardino all’italiana con un viale principale ed un lungo corso d’acqua che si origina da una cascata appositamente realizzata e che è alimentato dall’acquedotto carolino.

    Tutto il corso d’acqua è abbellito da fontane barocche, gruppi scultorei ed una vasca che rappresenta Diana ed Atteone. Intorno si trovano prati, aiuole, fontane e la regina Carolina fece realizzare anche un Giardino Inglese caratterizzato da piante esotiche, giochi d’acqua e rovine artificiali.

    La Reggia di Caserta è particolarmente piacevole nel periodo estivo quando viene organizzata la manifestazione Apertis Verbis che prevede aperture serali. In questa occasione si può assistere a spettacoli, giochi di luce, musica e danza che accompagnano i visitatori.

    Chi visita la Reggia di Caserta, a bordo di un bus aperto che percorre la via d’Acqua, può ammirare le fontane di Eolo, di Cerere, di Adone e Venere e di Diana ed Atteone fino ad arrivare all’ingresso del Giardino Inglese ed al Bagno di Venere.

    Bisogna davvero ritagliarsi un week end o una piccola parentesi per organizzare una visita presso la Reggia di Caserta per la quale, del resto, non sono davvero sufficienti parole per descriverla: bisogna solo ammirarla.

    Grazie per esserti iscritto!