Nazione di residenza del conducente
IT
Età conducente

Inserisci i dati anagrafici del conducente principale affinchè possa essere calcolato un corretto importo assicurativo

ritiro
Attenzione, nessun punto di ritiro attivo nel comune indicato.

Di seguito elenchiamo una lista di comuni limitrofi, che presentano un centro noleggio:

Purtroppo non ci sono punti affiliati nell'arco di 0 chilometri dalla città indicata.

      21/12/2015 - 

    Noleggio auto 2015: un trend positivo in continua crescita

    Noleggio auto in crescita nel 2015Come ampiamente previsto, anche nello scorso mese di novembre, in Italia, l’andamento del mercato dell’auto ha avuto una crescita. Dal comunicato emesso dal ministero delle "Infrastrutture e Trasporti", l’aumento percentuale che si è registrato rispetto al novembre dello scorso anno è stato pari al 23,4%, ed anche rispetto ad ottobre si è avuto un rialzo dello 0,39%.

    In totale a novembre sono state vendute 134.021 auto, con 521 in più rispetto ad ottobre. Il dato dell’ultimo mese fa il paio con quello relativo a tutto il 2015, con un aumento percentuale rispetto al 2014 del 15,5%. Se si proietta il dato ai 12 mesi, si vede che l’aumento in numeri assoluti sarà di circa 200mila autovetture.

    Altri dati che emergono dal comunicato del ministero, parlano di un aumento, sempre riferito al mese di novembre, del 25,1% per quanto riguarda gli acquisti effettuati dai privati, che rappresentano il 65,1% del totale dei veicoli venduti. Se si estende il conteggio agli undici mesi del 2015, i dati sono rispettivamente il 17,9% di aumento ed il 63,5% del mercato.

    Un aspetto importante che è stato riscontrato è quello dell’aumento del noleggio dei veicoli, che sta continuando da inizio 2015; negli anni precedenti, nel mese di novembre si notava un rallentamento, mentre quest’anno si è notato al contrario, un aumento del 35,7%. Calcolato sugli 11 mesi del 2015, l’incremento è stato invece del 17,7%, equamente distribuito tra il noleggio a medio termine e quello a lungo termine.

    Come si sviluppa l’aumento delle vendite delle autovetture

    Scendendo nel dettaglio delle immatricolazioni nel mese di novembre si è visto un aumento eccezionale, che ha sfiorato il 100%, da parte delle aziende che praticano il noleggio a breve termine, mentre quelle del lungo termine si sono fermate ad un 19,7%.

    In molti casi le aziende di "rent a car" hanno preferito effettuare l’acquisto in anticipo, anche pensando alle necessità del prossimo anno, mentre per quanto riguarda il noleggio a lungo termine, questo è dovuto anche all’arrivo di nuovi clienti sia per quanto riguarda le flotte aziendali, che i privati, ed i professionisti. 

    Guardando il mercato relativo alle società si vede il ritorno di una buona crescita anche in questo settore, con numeri pari al 10% in novembre e 5% nel totale dei mesi da gennaio a novembre.

    Spulciando i dati relativi al tipo di alimentazione del motore, si nota che la crescita in doppia cifra riguarda sia le vetture alimentate a benzina od a gasolio, oppure le motorizzazione ibrida, mentre sia l’alimentazione a GPL che quella a metano fanno registrare una flessione, rispettivamente del 20,8% e del 31,8%.

    Guardando invece ai vari segmenti delle vetture, l’aumento è a due cifre per tutti, ma quelle con incremento più basso della media sono le city car e le medie. 

    Anche l’usato segue il trend delle vetture nuove

    Numeri in crescita anche per quanto riguarda il mercato delle vetture usate, che nel mese di novembre ha visto passaggi di proprietà per un totale di 427.507 auto, con una percentuale di aumento che raggiunge il 14,6% rispetto a novembre 2014. Anche per le auto usate l’aumento riguarda anche il complesso dei primi 11 mesi con una percentuale del 7,8%.

    Il complesso di questi numeri con gli ultimi mesi che registrano sempre un costante aumento, fa ben sperare anche in vista del 2016.

    Una analisi effettuata dal Centro Studi Promotor ha chiarito che il mercato dell’auto in Italia ha iniziato la sua ripresa già nel corso del 2014, continuando poi anche nell’anno corrente, e ci sono indubbi segnali che l’aumento potrà continuare nei prossimi anni, sempre con aumenti a 2 cifre percentuali.

    L’analisi ha evidenziato che, nonostante il calo negli anni della crisi che ha investito l’Italia, l’acquisto di auto è calato ma non si è fermato, anche per le difficili condizioni del sistema trasporti pubblici, anche questo in crisi e costretto a tagli.

    Il calo delle vendite ha portato ad un aumento dell’età media del parco circolante, dato il ritardato ricambio da parte degli italiani, ma ora è il momento della ripresa delle immatricolazioni che servono anche ad ammodernare a livello tecnologico il parco circolante con indubbi benefici anche per le minori emissioni in atmosfera. Per aiutare ancora la ripresa, nel settore della auto aziendali, è prevista una norma, inserita nella Legge di Stabilità in corso di approvazione, che concede a questo tipo di vetture un ammortamento pari al 140% del costo di acquisto.

    L’aumento delle vendite alle società di autonoleggio è derivato anche dal sempre crescente utilizzo che gli italiani stanno facendo di questa opportunità; il noleggio a breve termine è infatti diventato quasi una consuetudine per molti, in quanto abbina efficienza e costi adeguati, per cui è conveniente utilizzarlo, lasciando a casa la propria auto.

    Grazie per esserti iscritto!
    Hai bisogno di aiuto?