TiNoleggio / notizie / L'oasi della Bruschera, sulla sponda del Lago Maggiore

L'oasi della Bruschera, sulla sponda del Lago Maggiore

Luogo di ritiro
RITIRO
Luogo di riconsegna
DA
03/12/2022
10:00
A
05/12/2022
10:00
Inserisci la tua età e nazionalità
Tinoleggio.it collabora con le società più affidabili, ovunque nel mondo.
Partner logo
06/05/2016 - 

L'oasi della Bruschera, sulla sponda del Lago Maggiore

Lago MaggioreA pochi chilometri di distanza di Milano, si trova il Lago Maggiore, fantastico scenario naturalistico, dove potersi concedere delle ore di relax.

Il Lago Maggiore, molto frequentato dai turisti che visitano la zona, quanto dagli abitanti dei comuni vicini, offre dei sorprendenti angoli semisconosciuti, dove trascorrere piacevolmente il tempo, nella pace offerta dalla natura. Uno di questi è l'Oasi della Bruschera.

Cosa vedere durante una giornata nell’Oasi

AngeraAtterrando all'aeroporto Malpensa di Milano, dove è possibile ritirare un’auto a noleggio, prenotata con il semplice servizio offerto da TiNoleggio, potrete raggiungere Angera, in provincia di Varese, distante circa 25 chilometri dallo scalo.

Nelle sue vicinanze, si distende l’oasi naturalistica, considerata sito di interesse comunitario, istituita nel 1998 dalla Regione Lombardia, che rappresenta un raro esempio di foresta alluvionale, che occupa circa 250 ettari.

All’interno di questo fantastico parco, muniti di binocolo e macchina fotografica, potrete attraversare i sentieri che vi condurranno ad osservare quest'angolo incontaminato di natura. Tra canneti e ponti, potrete ammirare la grande vegetazione che caratterizza il parco, ricco di robinie e querce, che ospitano il picchio verde.

Oltre agli esemplari già nominati, si potrà passeggiare all'ombra di Ontani Neri, Fusaggini, Salici Bianchi e Pioppi. D'estate, inoltre, sarete circondati dai cespugli di Rosa Canina e dal brillante giallo dei fiori del Topinambur.

Lungo il percorso, dei tabelloni indicano quale fauna è possibile avvistare: dai cormorani di Partegora, agli aironi, agli svassi maggiori, fino alle folaghe, presenti in ogni stagione. Spettacolare la visione del tuffo del Martin Pescatore.

Lungo questi sentieri, poi, non mancano poi le attrattive offerte dal lago, sulle cui sponde fioriscono le ninfee e i gigli acquatici.

Lungo l’attiguo percorso, la vista si apre sullo specchio d'acqua, specie dalla spiaggetta del "chichiroeu", che consente una bella visuale su Angera e la sua Rocca, sulla dirimpettaia Arona con il San Carlone e sulla piccola isola Partegora.

Grazie per esserti iscritto!
Iscriviti alla newsletter e resta aggiornato sui nostri consigli di viaggio
Contattandoci acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Leggi la nostra informativa privacy.