TiNoleggio / notizie / La cascata delle Marmore. Bellezze en plain air

La cascata delle Marmore. Bellezze en plain air

Luogo di ritiro
RITIRO
Luogo di riconsegna
DA
03/12/2022
10:00
A
05/12/2022
10:00
Inserisci la tua età e nazionalità
Tinoleggio.it collabora con le società più affidabili, ovunque nel mondo.
Partner logo
05/05/2016 - 

La cascata delle Marmore. Bellezze en plain air

Paesaggio dell'UmbriaL’Umbria è una delle regioni più "variegate" d’Italia. È ricca di antichi borghi e moderne città d’arte, ma una delle sue attrazioni principali è la celebre Cascata delle Marmore.

La storia millenaria della Cascata delle Marmore

Cascate delle MarmoreMalgrado ne abbia le sembianze, non si tratta di un capolavoro della natura, ma di una magnifica opera artificiale la cui storia affonda le radici nel 271 a.C., quando il console dell’epoca, Manio Curio Dentato, capì che occorreva fare qualcosa per tutelare la Pianura Reatina.

A quel tempo, infatti, il fiume Velino rappresentava una vera e propria minaccia per le zone circostanti, perché non defluendo in maniera corretta le danneggiava irreparabilmente. Da qui l’idea di realizzare un’opera di sistemazione idraulica per far sì che le acque convogliassero in un apposito canale.

I Romani misero dunque a punto un ingegnoso sistema che, sfruttando l’esistente rupe di Marmore, alta 165 metri, facesse precipitare l’acqua nell’alveo del fiume Nera. La soluzione era geniale, ma purtroppo non teneva conto del fatto che il canale non fosse assolutamente in grado di contenere l’elevata portata d’acqua proveniente dal Velino.

Nei periodi di piena il cavo tracimava, allagando completamente la Pianura. Nel 1545 ci riprovò l’architetto Antonio da Sangallo, che su incarico del Pontefice Paolo III fece costruire un nuovo canale. Anche in questo caso, l’alluvione fu inevitabile.

La storia si ripeté nel 1598, quando Papa Clemente VII ordinò l’allargamento del cavo precedente e la realizzazione di uno scolo parallelo. L’opera definitiva risale al 1782 e fu ideata da una commissione di architetti messa insieme da Pio VI.

Da allora le acque del fiume vengono fatte convogliare ad angolo acuto nel Nera, dove sfociano dando vita a quella che è una delle cascate più belle d’Italia.

Quando e perché visitare la Cascata delle Marmore

Cascate delle Marmore in UmbriaLa Cascata delle Marmore è un’attrazione naturalistica da non perdere. Il modo più semplice per raggiungere la Pianura Reatina è prenotare un volo per l’aeroporto internazionale di Perugia. Da lì si può poi direttamente ritirare un’auto a noleggio, prenotabile in anticipo con il servizio TiNoleggio.

Una volta giunti a destinazione, si potrà fare di tutto: contemplare l’opera in totale relax, cimentarsi nel rafting, andare in canoa o assaporare il brivido del canyoning, tra le attività che vanno per la maggiore.

Gli amanti delle passeggiate potranno invece scegliere tra ben cinque sentieri naturalistici, diversi per grado di difficoltà e tempi di percorrenza. La Cascata delle Marmore può essere visitata in qualunque stagione, perché, fatta eccezione per i giorni di festa, è aperta tutto l’anno.

Il rilascio delle acque e la formazione della cascata, però, avvengono solo in alcuni periodi e orari, per cui, se si vuole assistere allo spettacolo, è meglio informarsi preventivamente.

Grazie per esserti iscritto!
Iscriviti alla newsletter e resta aggiornato sui nostri consigli di viaggio
Contattandoci acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Leggi la nostra informativa privacy.