Nazione di residenza del conducente
Età conducente

Inserisci i dati anagrafici del conducente principale affinchè possa essere calcolato un corretto importo assicurativo

ritiro
Codice convenzione:
Attenzione, nessun punto di ritiro attivo nel comune indicato.

Di seguito elenchiamo una lista di comuni limitrofi, che presentano un centro noleggio:

Purtroppo non ci sono punti affiliati nell'arco di 0 chilometri dalla città indicata.

      12/06/2019 - 

    Ferrara: scopri cosa vedere

    Castello d'Este Il fatto che sia definita la "città delle biciclette" fa subito comprendere che Ferrara è una città a misura d'uomo, dove il tempo scorre con la giusta velocità e in cui le persone ancora oggi vivono la propria quotidianità cercando di godersi la vita.

    Questa è la percezione che qualsiasi turista proverà appena arrivato qui, dove un tempo regnavano i d'Este. Ma quali sono le tappe imperdibili nel corso di un viaggio a Ferrara?

    Alla scoperta delle bellezze di Ferrara

    Duomo Ferrara Dopo essere atterrati all'Aeroporto Marconi di Bologna e aver ritirato un’auto a noleggio prenotata su TiNoleggio prima di prendere il volo, si può subito iniziare la scoperta di una città che alla famiglia che l'ha governata per tantissimo tempo, quella dei D'Este, deve ancora moltissimo da un punto di vista storico e culturale.

    Basti ad esempio pensare al Castello Estense di Ferrara, la cui costruzione iniziò nel settembre del 1385. Questo luogo fu scelto dalla corte Estense come luogo di rifugio e divenne ben presto il simbolo del potere della famiglia a cui Ferrara deve, come detto, ancora oggi molto per quanto concerne il lascito artistico e storico.

    La seconda tappa del tour di Ferrara è l’imponente Duomo di Ferrara: intitolato a San Giorgio è senza dubbio il luogo di culto più importante di tutta la città. I D'Eeste erano dei cultori del bello e questo lo si capisce osservando il Palazzo dei Diamanti, che è caratterizzato dalla presenza di poco meno di 9000 blocchi di marmo bianco con venature di rosa. La sua creazione si deve alle capacità di Biagio Rossetti, che cominciò a lavorarci sul finire del 1400.

    Altri luoghi da vedere durante una vacanza a Ferrara

    Via delle Volte Il tour continua con una passeggiata lungo Via delle Volte; questa strada si snoda per circa 2 km ed è una delle più affascinanti di tutta la città con i suoi ciottoli e le luci soffuse che la caratterizzano al calar del sole.

    Per chi volesse vedere un altro lascito dei D'Este a Ferrara è d'obbligo visitare Palazzo Schifanoia, il cui nome non venne scelto a caso, visto che nelle intenzioni doveva essere un simbolo dell'ozio e del divertimento.

    Prima di lasciare Ferrata, vale la pena passeggiare per Piazza delle Erbe, per poi recarsi al Monastero diSant'Antonio in Polesine, dove se si arriva nella prima mattinata o nel primo pomeriggio, si ha la possibilità di ascoltare le monache cantare la messa in gregoriano: si tratta di una esperienza affascinante, sicuramente capace di colpire anche i meno avvezzi ai riti religiosi.

    Grazie per esserti iscritto!
    Hai bisogno di aiuto?