Nazione di residenza del conducente
Età conducente

Inserisci i dati anagrafici del conducente principale affinchè possa essere calcolato un corretto importo assicurativo

ritiro
Codice convenzione:
Attenzione, nessun punto di ritiro attivo nel comune indicato.

Di seguito elenchiamo una lista di comuni limitrofi, che presentano un centro noleggio:

Purtroppo non ci sono punti affiliati nell'arco di 0 chilometri dalla città indicata.

      12/09/2019 - 

    Cosa vedere a Istanbul in 3 giorni

    moschea blu Istanbul è una città tra le più affascinanti al mondo e questo è dato principalmente dal fatto che in essa si fondono aspetti legati all'oriente e all'occidente, che confermano come la Turchia sia un ponte di contatto tra Occidente e Oriente.

    In 3 giorni di vacanza ad Istanbul, quali sono i luoghi da vedere assolutamente?

    Il primo giorno ad Istanbul

    Gran BazarDopo essere atterrati all'Aeroporto Internazionale di Istanbul e aver qui ritirato un’auto a noleggio prenotata su TiNoleggio prima della partenza, si può subito iniziare la scoperta di quella che è la seconda città turca per importanza, vero e proprio motore economico del paese.

    La prima tappa è la Moschea Blu, senza dubbio uno dei simboli più importanti di tutta la Turchia. Successivamente, vale la pena visitare la Basilica di Santa Sofia, un inno dell'arte bizantina. Dopo un pranzo a base d specialità turche, arriva il momento di scoprire la Moschea di Rustem Pasha, senza poi dimenticare il Gran Bazar. La giornata si può poi chiudere con la visita alla Torre Galata.

    Cosa vedere negli altri 2 giorni a Istanbul

    Palazzo TopkapiDopo aver fatto colazione, la prima tappa della seconda giornata è il Palazzo Topkapi: questo edificio è il luogo dove in passato risiedevano i sultani, uno di quei luoghi imperdibili! Durante il pomeriggio, invece, si può raggiungere la splendida alla Chiesa di San Salvatore in Chora: si tratta di uno dei luoghi più affascinanti per quanto riguarda la cristianità.

    Nel terzo ed ultimo giorno ad Istanbul, si può iniziare con la visita ad alcuni dei quartieri meno centrali della città ma che si caratterizzano per la loro grande importanza storica. Basti pensare ad esempio ai quartieri di Balat e Fener; quest'ultimo è il quartiere greco della città dove si trovano anche tanti edifici di epoca ottomana. Qui bisogna vedere assolutamente la Chiesa di Santa Maria dei Mongoli, uno dei luoghi di culto meno noti di tutta la città, ma che merita di essere visto perché è l'unico che non è divenuto una moschea.

    Interessante è la scoperta di Faith, un quartiere molto interessante da un punto di vista gastronomico sociale, visto che qui vive la parte della popolazione cittadina considerata più legata alle tradizioni secolari della Turchia.

    Il resto della giornata può essere dedicato a Balat, dove un tempo sorgeva il quartiere ebraico ed è una zona davvero ricca di storia.

    Grazie per esserti iscritto!
    Hai bisogno di aiuto?