TiNoleggio / notizie / Bomarzo: il parco dei Mostri, in provincia di Viterbo

Bomarzo: il parco dei Mostri, in provincia di Viterbo

Luogo di ritiro
RITIRO
Luogo di riconsegna
DA
02/12/2022
10:00
A
04/12/2022
10:00
Inserisci la tua età e nazionalità
Tinoleggio.it collabora con le società più affidabili, ovunque nel mondo.
Partner logo
30/10/2018 - 

Bomarzo: il parco dei Mostri, in provincia di Viterbo

Parco dei Mostri - BomarzoIl Parco dei Mostri, situato a Bomarzo, in provincia di Viterbo, è un'area naturale ricca di una serie di sculture, raffiguranti animali mitologici, che lo rendono un complesso artistico monumentale unico al mondo. 

Vuoi vivere una giornata "da paura"? Il parco si può raggiungere facilmente ritirando un'auto a noleggio all'Aeroporto di Roma Ciampino,  prenotata in anticipo con il servizio online di TiNoleggio, rapido, economico ed efficiente.  

Storia e struttura del Parco dei Mostri

Statua del Parco di BomarzoIl progetto di costruzione del Parco dei Mostri, conosciuto anche come Parco delle Meraviglie di Bomarzo, prese vita nel XVI secolo per volere del principe Vicino Orsini, che commissionò l'opera all'architetto Pirro Ligorio, per omaggiare la moglie, Giulia Farnese, scomparsa in giovane età. 

L'area destinata al parco è una foresta di ben tre ettari, quasi interamente occupata da architetture e da sculture di ogni genere, alcune sono scavate direttamente nei blocchi di peperino, altre sono realizzate in basalto, materiale presente nell'area.

Nel corso dei secoli la struttura del parco ha subìto importanti modifiche, mantenendo comunque la medesima identità. Al suo interno potrete ammirare anche fontane, obelischi ed estese aree di vegetazione: il “Sacro Bosco”, ad esempio, dentro il quale potrete passeggiare, è stato ideato dal principe di Bomarzo e ne rappresenta in pieno i suoi gusti in materia di scultura.

Le opere più significative

Casa PendenteFigure mitologiche e mostri, draghi e vari animali ritratti in bellissime espressioni e posture rappresentano la principale attrazione del parco, sia per adulti che per bambini. Potrete ammirare, durante una visita, la raffigurazione di Proteo, gigantesca maschera che dà l'impressione di risalire da sotto la superficie, oppure l'Elefante, altro mostro di importanti dimensioni, nella cui proboscide è stretto un legionario romano.

Di particolare fascino la scultura di Cerbero, il cane a tre teste che nella mitologia greca è uno dei guardiani dell'ingresso degli inferi, simbolo di distruzione del passato, del presente e del futuro o quella dell'Orco, tra i mostri più celebri del parco, contraddistinto da un'immensa bocca e al quale si può avere accesso dopo aver superato una piccola scalinata.

Vi stupirà anche la statua di Cerere, donna che porta sul capo un cesto di spine e che tiene in mano una cornucopia; al centro del parco potrete ammirare la Fontana di Pegaso, nella quale spicca la figura del leggendario cavallo alato, protagonista della mitologia greca.

Molto belli anche gli edifici che sono presenti in questo complesso monumentale, come la Casa Pendente, probabilmente il simbolo del Parco delle Meraviglie, che è una piccola costruzione edificata su un masso inclinato, la cui maggiore particolarità è costituita dagli interni, che hanno a loro volta una pendenza irregolare.

Significativi e di straordinaria bellezza anche il Mausoleo, che ricorda le forme delle antiche tombe etrusche, e il Tempio Funerario, architettura di grande effetto, edificata con vari stili circa venti anni dopo il completamento del Parco di Bomarzo, dove probabilmente venne sepolto il corpo della moglie del principe.

Grazie per esserti iscritto!
Iscriviti alla newsletter e resta aggiornato sui nostri consigli di viaggio
Contattandoci acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Leggi la nostra informativa privacy.