Nazione di residenza del conducente
IT
Età conducente

Inserisci i dati anagrafici del conducente principale affinchè possa essere calcolato un corretto importo assicurativo

ritiro
Attenzione, nessun punto di ritiro attivo nel comune indicato.

Di seguito elenchiamo una lista di comuni limitrofi, che presentano un centro noleggio:

Purtroppo non ci sono punti affiliati nell'arco di 0 chilometri dalla città indicata.

      19/07/2016 - 

    Ami il vintage? Ecco i mercati dell'antiquariato da non perdere!

    Mercatini d'Antiquariato: oggetti d'altri tempiIn Italia ci sono tantissimi mercatini dell'antiquariato, ricchi di graziosissimi oggetti di ogni tipo, che appartengono e rimandano a tempi passati. Sono tanti gli amanti del vintage o i collezionisti che si recano presso questi mercatini, per acquistare mobili antichi, oggetti d’arredamento, gioielli e vestiti retrò, vinili, antiche riviste e persino foto.

    Se anche voi siete amanti dell’antiquariato, avrete un’ampia scelta di mercati che potrete visitare. Scopriamo quali sono i più caratteristici.

    I mercati di antiquariato più famosi e peculiari d’Italia

    Mercato Antiquario LuccheseTra i tanti mercatini che si svolgono in Italia, sicuramente uno dei più grandi d'Italia è quello che si svolge a Porta Portese, a Roma, che ha luogo ogni domenica, dalle 6 del mattino. In questo mercato si riuniscono venditori provenienti da ogni parte del mondo, che danno vita a un quadro multietnico e che forniscono oggetti appartenenti a culture diverse. Oltre ai classici accessori per la casa, potrete trovare giocattoli antichi, biciclette e macchine fotografiche da collezione.

    Il mercato di Porta Portese è immenso: si estende precisamente da via Portuense fino a via Ippolito Nievo e, lungo questo tragitto, non mancano bancarelle che propongono articoli “contemporanei”, come cosmetici e vestiti. Se siete in vacanza nel Nord Italia, non potrete perdere il Balon, un mercato che si svolge a Torino dalla seconda metà del 1800. Vi potrete recare ogni sabato, dalle sette del mattino alle cinque del pomeriggio.

    Ci sono circa 300 espositori, tra commercianti, artigiani, antiquari e rigattieri, a cui si uniscono disoccupati e studenti universitari, che cercano di racimolare qualche spiccio vendendo vecchi articoli di loro proprietà. Per perdervi nell’atmosfera vintage torinese, dovrete recarvi presso le strade che da Piazza della Repubblica si sviluppano fino al Borgo Dora.

    Nella stessa zona della città, dal 1985, la seconda domenica del mese, si tiene anche il Gran Balon, un mercato dell’antiquariato minore, caratterizzato dalla presenza di circa 250 bancarelle. Il capoluogo piemontese offre, così, due appuntamenti davvero imperdibili per gli amanti del genere. 

    Uno dei mercatini italiani più famosi è quello che si tiene a Milano, dal 1800: la Fiera di Sinigaglia. Si svolge da sempre nel Quartiere Ticinese, ed era, in origine, un mercatino molto visitato anche dagli stranieri che si trovavano in città per le vacanze.

    Nel corso di questa nostra breve rassegna, non può mancare il “Mercato dell’antiquariato e cose d’altri tempi”. La sua peculiarità è dovuta anche alla location: esso si svolge, infatti, in un borgo rinascimentale in provincia di Piacenza, ovvero a Cortemaggiore.

    Gli oltre 300 espositori, provenienti da tutta Italia, espongono la loro merce nella suggestiva cornice dei portici rinascimentali del piccolo centro, che ricoprono di gran fascino questo vero e proprio evento, che si svolge ogni domenica da febbraio a dicembre.

    Infine, se volete immergervi completamente in una “magia d’altri tempi”, vi segnaliamo altri due mercati dell’antiquariato che si tengono in posti incredibilmente suggestivi. Il primo è il “Mercato Antiquario Lucchese”, dove l’architettura e le strade della bellissima Lucca fanno da sfondo ai 200 espositori animano l’intero centro della città.

    Il secondo è quello che si svolge a Dolo, un paesino veneto che dista 15 chilometri da Venezia e da Padova. Passeggiando tra le esposizioni di questo mercatino, potrete ammirare i mulini cinquecenteschi tra i quali si sviluppa, fino ad arrivare all’antico squero, il luogo dove anticamente venivano riparate le imbarcazioni.

    Grazie per esserti iscritto!
    Hai bisogno di aiuto?