Nazione di residenza del conducente
IN
Età conducente

Inserisci i dati anagrafici del conducente principale affinchè possa essere calcolato un corretto importo assicurativo

ritiro
Attenzione, nessun punto di ritiro attivo nel comune indicato.

Di seguito elenchiamo una lista di comuni limitrofi, che presentano un centro noleggio:

Purtroppo non ci sono punti affiliati nell'arco di 0 chilometri dalla città indicata.

      28/04/2017 - 

    L'isola di Elephanta: tracce antiche nel cuore di Mumbai

    Ceverna di ElephantaL'isola di Elephanta resterà per sempre nella mia memoria come uno dei luoghi più belli che ho visitato e dove ho capito ancora una volta quanto sono fortunato a poter viaggiare! Se anche voi avete la passione per i viaggi e avete la possibilità di viaggiare, dovrete per forza inserire questo posto tra le vostre mete.

    Le 7 grotte dell'isola di Elephanta sono fra i capolavori assoluti dell'arte rupestre indiana e per me, che arrivo dall'Occidente, è ancora più consistente il fascino artistico ed esotico di questo sito. Le sculture, spesso monumentali, hanno forme morbide e un'aura di divina opulenza, come a ribadire, semmai qualcuno avesse dubbi, quanto sia forte la spiritualità indiana.

    Alla scoperta della grotta di Shiva

    Grotta di ShivaPer arrivare fin qui e visitare queste splendide grotte, mi sono avventurato in un sentiero vivacizzato dai simpatici “attacchi” delle scimmie, che si fiondano sui turisti più ardimentosi, decisi a farsi a piedi il tragitto (1000 gradini in salita...) dal porticciolo al sito archeologico (circa 1,5 km). Occhio a queste simpatiche scimmiette: vogliono cibo, e se glielo date vi seguono comunque, ve lo dico per esperienza! Al percorso pedonale esiste l'alternativa: il trenino, che però nel weekend è particolarmente affollato.

    L’isola di Elephanta è la prima grotta che si incontra ed è la più notevole in quanto a bellezza e grandezza. Sorge su un suggestivo promontorio, dal quale ammirare o fotografare uno splendido scorcio panoramico. Come le altre, la grotta di Shiva, o Grande Grotta, è scavata nel basalto ed è sorretta da colonne e pilastri che scandiscono la sala quadrata che la forma.

    Al suo interno, gli idoli scolpiti affiorano dalle pareti per impressionarmi con la loro maestosità. In origine (VI sec DC) erano anche dipinti, ma il tempo li ha restituiti alla loro veste originaria di nuda pietra. Sono comunque fantastici, credetemi!

    La statua più colossale rappresenta Shiva: è alta 6 m e ha 5 teste, elemento che le attribuisce grande fascino. Due di queste teste si "nascondono" nella roccia, per cui devo accontentarmi di ammirare la testa (ad ovest) di un giovane Shiva che regge un fiore in boccio, mentre al lato opposto (est) lo stesso giovane dio appare baffuto, rabbioso e vendicativo.

    La testa centrale, invece, appare serena, contemplativa. La triade incarna il principio di creazione, conservazione e distruzione che governa il mondo, uno dei principi cardine dell'induismo.

    Oltre allo Shiva Trimurti, contemplando questa e altre sale del complesso, ne trovo molti altri. Shiva che si unisce in matrimonio con la dea Parvati, Shiva danzante che plasma l'universo, Shiva e Parvati nella loro dimora (il monte Kailash).  Più che singole sculture, sono affollati "affreschi" rupestri, con demoni, servitori, scimmie, nuvole.

    La grotta del santuario e dintorni

    Grotta del SantuarioL'isola di Elephanta ospita nell'omonimo complesso anche la Grotta del Santuario. A pianta quadrata e con 4 ingressi vegliati da coppie di eterni guardiani, ospita all'interno un grande Linga: si tratta di un fallo stilizzato, che impersona il principio maschile, inteso come forza universale creatrice che si completa unendosi con la Yoni, il principio femminile.

    Uscendo, noto che uno dei guardiani scolpiti ha un'anatomia insolita e mostruosa, con un teschio sulla fronte, denti sporgenti e gambe informi. Nella sua straordinarietà è senza dubbio affascinante.

    Altri mostri, partoriti da una fantasia collettiva fertile e originale, li trovo aggirandomi per i cortili del complesso, ma controllando l'ora mi accorgo che rischio di perdere l'ultimo traghetto, in partenza alle 17, che in un'ora circa mi riporterà a Mumbay. Non dimenticatelo quando verrete qui! E saltate il lunedì, che è tutto chiuso.

     

    Next Step: Allahabad

    Grazie per esserti iscritto!
    Hai bisogno di aiuto?